Derattizzazione

 

I topi e ratti oggi con una mirata campagna di Derattizzazione possono essere tenuti sotto controllo ed in molti casi anche eliminati per sempre.

Attraverso l’utilizzo di apposite trappole e sistemi di cattura è possibile monitorarne la loro presenza, individuare la razza ed applicare delle esche topicida con principi attivi anticoagulanti ad azione molto lenta in modo da non insospettire i loro simili e quindi causarne la morte.

E’ bene comunque ricordare che tutti i prodotti utilizzati per la campagna di Derattizzazione devono essere applicati con la massima negligenza (appositi erogatori) senza che altri animali domestici possano venirne a contatto od ingerirli.

La campagna di Derattizzazione deve avvenire nel rispetto delle normative vigenti sia a riguardo delle derrate alimentari (H.A.C.C.P.) sia a tutela della salute pubblica ed impatto ambientale e con le dovute informazioni dei rischi. A tale scopo tutte le campagne di derattizzazione vanno segnalate con adeguati cartelli che segnalano la presenza di esche o postazioni di avvelenamento

Topi e ratti

Non tutti sanno che il 40% del pianeta è occupato da mammiferi appartenenti alla classe dei roditori e che questi sono diffusi in tutto il mondo. Le loro caratteristiche ed abitudini sono molto simili se pur si distinguono in diverse razze ( Rattus rattus, Rattus Norvegicus, Mus musculus, ecc.. ).

Il Rattus rattus ovvero ratto è il più pericoloso per la salute pubblica.
La sua presenza è a volte devastante causando danni non indifferenti. Il ratto è presente nelle reti fognarie e da li si trasferisce nei centri abitati o discariche vicine per nutrirsi. E’ molto pericoloso in quanto portatore di malattie infettive a volte anche mortali oltre che da parassiti (pulci).

Fra i ratti quello più grande è il ratto gigante del Gambia, il suo corpo può essere lungo fino a 45 cm e la sola coda può raggiungere la stessa lunghezza, I maschi possono arrivare a pesare fino a 3 Kg. Mentre la femmina il Chilogrammo e mezzo. Come abbiamo precedentemente detto i topi e ratti si adattano a vivere negli ambienti urbani dove trovano facilmente cibo e riparo. L’uomo da sempre combatte un estenuante lotta con questi roditori, gli antichi usavano i gatti e donnole nelle navi che trasportavano derrate alimentari oggi invece i gatti vengono tenuti a casa come animale da compagnia che tutto mangiano tranne che topi.

Share by: